Torre del GrecoToday

Boscoreale, arrivano tre nuovi istituti scolastici

Il sindaco Gennaro Langella: "I tre istituti comprensivi potranno diversificare più agevolmente l´offerta formativa nell’ambito del loro bacino di utenza"

Un'aula

Tre nuovi istituti scolastici nel comune di Boscoreale. La giunta comunale boschese ha finalmente approvato il piano di dimensionamento della platea scolastica. Dall´anno scolastico 2012/2013 saranno costituiti tre Istituti Comprensivi che, di fatto, andranno ad accorpare la scuola dell´infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Il primo sarà costituito dall´attuale I Circolo didattico più una sezione a ciclo completo (1, 2 e 3 classi) della scuola secondaria "F. Dati". Il secondo sarà formato dal II Circolo Didattico e dalla scuola secondaria di primo grado "F. Dati" (esclusa la sezione a ciclo completo accorpata al I Circolo Didattico). Infine, il terzo nascerà dalla fusione tra il III Circolo Didattico "Gianni Rodari" e l´attuale Istituto "Mons. G. Castaldi".

“Il dimensionamento deliberato dalla giunta - ha detto il sindaco Gennaro Langella - si perfezionerà con un’ottimizzazione delle strutture scolastiche I tre nuovi istituti comprensivi potranno diversificare più agevolmente l´offerta formativa nell’ambito del loro bacino di utenza”. Ma la notizia non è piaciuta a tutti. Il fatto ha provocato tra i genitori degli alunni della “F. Dati” apprensione e preoccupazione e potrebbero esserci proteste nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento