Torre del GrecoToday

Strangolò la madre nel sonno: condannato e arrestato

Arrestato il 51enne di Boscotrecase, che nel 2013 uccise la madre nel sonno senza alcun motivo

Si è conclusa col trasferimento in carcere la vicenda processuale che ha visto protagonista un 51enne di Boscotrecase che uccise nel sonno la madre 88enne, Giuseppina Portanova. Venerdì scorso è diventata definitiva la condanna a sette anni inflitta ai suoi danni dalla Corte d'Assise d'Appello di Napoli e i carabinieri ieri sera lo hanno arrestato e portato in carcere. L'uomo assassinò la madre strangolandola nel sonno la notte del 18 maggio 2013. Senza un apparente motivo la donna venne ritrovata morta dalla badante il giorno.

I sospetti ricaddero immediatamente sul 51enne che soffre di disturbi psichici e al momento del delitto viveva all'interno dell'abitazione di via Salvo D'Acquisto. Proprio la sua condizione mentale gli è valso il riconoscimento della semi-infermità mentale nel corso del processo arrivando alla pena inflitta. Non è stata, infatti, riconosciuta nessuna premeditazione né aggravante. L'uomo era incensurato e le sue condizioni di salute gli hanno permesso di ottenere anche uno sconto di due anni rispetto al primo grado di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento