Torre del GrecoToday

Droga sotto al letto: condannato a cinque anni

Il 39enne di Trecase venne arrestato con cocaina e hashish nella sua abitazione. Il pm aveva chiesto dieci anni di reclusione

Cinque anni di reclusione. È questa la condanna inflitta a L. C., 39enne di Trecase accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giudice monocratico del tribunale di Torre Annunziata ha comminato una pena dura all'uomo già gravato di precedenti specifici. Meno dura comunque rispetto alla richiesta del pubblico ministero che aveva invocato una condanna a dieci anni di reclusione.

La condanna si riferisce all'arresto del 39enne effettuato nella sua abitazione di Trecase lo scorso 23 marzo. L'uomo venne trovato in possesso di un grosso quantitativo di droga nascosta sotto il letto della propria stanza. I carabinieri di Torre Annunziata trovarono un totale di 550 grammi di cocaina e due panetti di hashish del peso di 100 grammi. Immediatamente scattarono le manette l'inizio del processo conclusosi con la condanna in primo grado per il presunto pusher.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni Europee 2019, urne aperte: si vota fino alle 23 | DIRETTA

  • Cronaca

    Rissa in una discoteca in Spagna, giovane in grave condizioni. Napoletani in manette

  • Cronaca

    Lite tra parenti in ospedale: fatto a pezzi il reparto

  • Cronaca

    Ragazzina aggredita da un gruppo di coetanee per un post su Facebook

I più letti della settimana

  • Elezioni Europee 2019: tutte le liste e i candidati Italia Meridionale

  • Tangenziale, tir si ribalta: code per 7 km

  • Upas, Davide Devenuto (Andrea) potrebbe lasciare la soap: "Non è semplice..."

  • "Portiamo Messi al Napoli. Tu la trattativa e io gli sponsor": l'invito del manager a De Laurentiis

  • Dramma in strada: ragazzo muore davanti agli occhi dei passanti

  • Operazione ad alto impatto ad Afragola, in azione Carabinieri e Polizia anche con gli elicotteri

Torna su
NapoliToday è in caricamento